El Bulli chiude??? Ma siamo sicuri?

(Scrivo poco su questo blog, ultimamente. Me lo hanno rimproverato in tanti. E’ che il blog richiede un tempo mentale che non ho sempre, in questi giorni. Ma stasera mi è venuta voglia di scrivere).

Oggi tutti di corsa a riprendere la notizia del NYT sul fatto che il Bulli chiuda davvero. Strano proprio, mi son detto: ho partecipato alla conferenza stampa di Madrid Fusion, ho avuto la fortuna di fare una prima colazione a due con Ferran solo dieci giorni fa e nulla di questo è trapelato. Lettura di mail di Ferran con Bob Noto solo qualche ora fa e si parla delle prenotazioni di quest’anno. E neanche a lui -uno dei suoi migliori amici- dice nulla..? Ma come sarà possibile..???

E infatti vado a dare un’occhiata ai siti di El Mundo e La Vanguardia e trovo una smentita secca di Adrià. Che attribuisce il malinteso ad una “confusione dialettica senza mala fede”. Ma si sa, il New York Times è il New York Times, e se lo dice lui non c’è bisogno di verifiche…

Però dare una letta ai giornali spagnoli stavolta torna utile. E poi staremo a vedere cosa succede davvero.

4 commenti
  1. Giovanni Lagnese
    Giovanni Lagnese says:

    E se fosse tutto – anche questo “malinteso” (davvero involontario?) – collegato all’accanimento dei poteri forti contro la cucina d’avanguardia?
    Negli ultimi tre anni c’è stato un calo dei consumi dei prodotti alimentari industriali. E un incremento di popolarità – anche se non necessariamente di clienti – dell’alta cucina.
    La popolarità dell’alta cucina – molecolare o non – comporta un calo dei consumi dei prodotti alimentari di basso livello (è provato). Ecco il motivo dell’accanimento contro l’alta cucina. E l’attacco non poteva che riguardare l’ala avanguardista, quella più facile da demolire a livello di opinione pubblica.

    Giovanni Lagnese

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi unirti alla discussione?
Sentiti libero di contribuire!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>